Truck long vehicle ready for delivering and transport.

AGGIORNAMENTO: Pubblicati i decreti che fissano le date e le modalità di presentazione delle domande relativi alle due misure.

INVESTIMENTI ALTA SOSTENIBILITA’:
previsti sei periodi di incentivazione per fare domanda:
– 1° periodo dalle ore 10:00 del 1° luglio 2022 al alle ore 16:00 del 16 agosto 2022
– 2° periodo dalle ore 10:00 del 15 marzo 2023 al alle ore 16:00 del 28 aprile 2023
– 3° periodo dalle ore 10:00 del 1° dicembre 2023 al alle ore 16:00 del 15 gennaio 2024
– 4° periodo dalle ore 10:00 del 26 agosto 2024 al alle ore 16:00 del 11 ottobre 2024
– 5° periodo dalle ore 10:00 del 5 maggio 2025 al alle ore 16:00 del 20 giugno 2025
– 6° periodo dalle ore 10:00 del 12 gennaio 2026 alle ore 16:00 del 20 febbraio 2026

RINNOVO PARCO VEICOLARE:
Previsti due sportelli:
– 1° periodo dal 2 maggio 2022 al 19 giugno 2022
– 2° periodo dal 3 ottobre 2022 al 16 novembre 2022

Per maggiori dettagli sulla misura accedere all’area riservata

Questo contenuto è riservato agli associati di
Confartigianato Imprese Lecco

Non sei ancora iscritto? Scopri come associarti accedendo alla pagina "perchè associarsi"

Fai il login per vederlo completamente

 


Vi informiamo che sono stati firmati dal Ministro Enrico Giovannini i decreti per finanziare il rinnovo del parco veicolare merci e l’acquisto di veicoli ecologici.
L’obiettivo dei due decreti, che prevedono complessivamente 100 milioni di euro per agevolare l’acquisto di mezzi più tecnologici e green, è quello di incentivare l’acquisto da parte delle imprese di autotrasporto di mezzi ecologici e tecnologicamente avanzati così da rinnovare il parco veicoli riducendo l’inquinamento e aumentando la sicurezza sulle strade.

Il decreto per gli “Investimenti ad alta sostenibilità” mette a disposizione delle imprese di autotrasporto 50 milioni di euro per gli anni dal 2021 al 2026 esclusivamente per l’acquisto di veicoli ad alimentazione alternativa, ecologici di ultima generazione, in particolare ibridi (diesel/elettrico), elettrici e a carburanti di ultima generazione (CNG, LNG).
Gli incentivi dipendono dalla tipologia e dalla massa complessiva del veicolo e vanno da un minimo di 4.000 euro per quelli ibridi di massa complessiva da 3,5 a 7 tonnellate fino a 24.000 euro per quelli elettrici oltre le 16 tonnellate. A questi importi si aggiunge un contributo di 1.000 euro in caso di contestuale rottamazione di un veicolo diesel.

L’altro decreto, per gli “Investimenti finalizzati al rinnovo e all’adeguamento tecnologico del parco veicoli”, mette a disposizione ulteriori 50 milioni di euro per il biennio 2021-2022 per incentivare la sostituzione dei mezzi da parte delle imprese di autotrasporto, rottamando quelli più inquinanti e meno sicuri.
Questo decreto riserva una quota di 35 milioni di euro per l’acquisto di mezzi diesel Euro 6 solo a fronte di una contestuale rottamazione di automezzi commerciali vecchi e inquinanti. Gli incentivi vanno da un minimo di 7.000 a un massimo di 15.000 euro. Per l’acquisto di veicoli commerciali leggeri Euro 6-D Final ed Euro 6 il contributo è invece pari a 3.000 euro. Una quota di 5 milioni di euro è riservata all’acquisto di automezzi a trazione alternativa (ibridi, elettrici, CNG e LNG) con incentivi che, anche in questo caso, vanno da un minimo di 4.000 a un massimo di 24.000 euro, a cui si aggiungono 1.000 euro in caso di rottamazione contestuale di un mezzo obsoleto. Ulteriori 10 milioni di euro sono stati stanziati per l’acquisto di rimorchi e semirimorchi adibiti al trasporto combinato ferroviario e marittimo e dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiore sicurezza e risparmio energetico.

Per prenotare i nuovi incentivi sarà sufficiente fornire una copia del contratto di acquisizione dei veicoli o dei beni, indipendentemente dalla trasmissione della fattura che prova il pagamento del corrispettivo. L’ammissibilità del contributo, accantonato con la prenotazione, andrà poi dimostrata in sede di rendicontazione, pena la decadenza dal beneficio. Le prenotazioni avverranno tramite un’applicazione informatica di prossima realizzazione che sarà gestita dalla società Rete Autostrade Mediterranee – Logistica, Infrastrutture e Trasporti del MEF, a cui spetteranno anche le attività istruttorie.

Per maggiori informazioni e assistenza scrivere a: bandi@artigiani.lecco.it

PrecedenteLa proposta italiana di sistema armonizzato di etichettatura nazionale NutrInform Battery
SuccessivaCaro carburanti: il governo proroga il taglio delle accise fino al 5 ottobre