Dal 1° gennaio 2021 il Regno Unito diventerà a tutti gli effetti un paese terzo rispetto alla Comunità Europea.

Gli uffici ICE con sede a Londra si stanno organizzando per fornire un supporto alle imprese, soprattutto piccole e medie, interessate al mercato britannico, in questa fase di transizione.

L’UE e il Regno Unito hanno concordato congiuntamente un periodo di transizione che durerà fino al 31 dicembre 2020.

Per supportare le imprese nel passaggio dalla Marcatura CE alla Marcatura UKCA, l’ICE sta predisponendo una campagna informativa che sarà lanciata nei prossimi giorni e ha attivato un Help Desk (brexit@ice.it) al quale le imprese interessate ad avere rapporti con il mercato britannico possono rivolgersi per avere informazioni.

INDICAZIONI DI MASSIMA NEL PASSAGGIO DALLA MARCATURA CE ALLA MARCATURA UKCA
La marcatura UKCA verrà utilizzata per le merci introdotte sul mercato in Gran Bretagna (Inghilterra, Galles e Scozia) e sarà richiesta per i prodotti che in precedenza richiedevano la marcatura CE dal 1° gennaio 2021..

Per l’Irlanda del Nord, alla fine del periodo di transizione (31 dicembre 2020) entrerà in vigore il protocollo dell’Irlanda del Nord. La conformità alle Direttive e ai Regolamenti dell’Unione Europea e la marcatura CE continueranno ad essere richiesti. Potrebbe essere necessario anche il marchio UKNI.

La marcatura CE sarà ancora accettata fino al 31 dicembre 2021.

Dal 1° gennaio 2022 per immettere merci che in precedenza richiedevano la marcatura CE nel mercato della Gran Bretagna sarà, quindi, obbligatorio apporre sui prodotti la marcatura UKCA e si potrà continuare ad affiancare ad essa anche la marcatura CE.

Dal 1° gennaio 2021 la marcatura UKCA non sarà accettata nei 27 paesi UE.

Poiché il Regno Unito ha adottato direttive e regolamenti UE le procedure di valutazione della conformità saranno le stesse così come i contenuti del fascicolo tecnico. I requisiti della marcatura UKCA sono gli stessi della marcatura CE: il fabbricante dichiara sotto la sua esclusiva e totale responsabilità che il prodotto è conforme a tutti i requisiti legislativi applicabili nel Regno Unito e che le dovute procedure di valutazione della conformità sono state espletate con successo (linee guida sul marchio UKCA).

Requisiti ulteriori Organismi Notificati a partire dal 1° gennaio 2021

  • Un Organismo Notificato dell’UE con sede in Gran Bretagna non sarà valido nell’UE e verrà rimosso dal database NANDO, New Approach Notified and Designated Organisations.
  • Un Organismo Notificato nell’UE non sarà più valido in Gran Bretagna
  • Il dipartimento BEIS del governo del Regno Unito istituirà un database con l’elenco degli Approved Body in Gran Bretagna
  • Tutti gli Organismi Notificati esistenti in Gran Bretagna diventeranno Approved Body
  • Il Type Approval emesso da un Approved Body della Gran Bretagna non sarà accettato nei 27 stati dell’UE
  • Il Certificato di Esame del tipo UE rilasciato dall’Organismo Notificato dell’UE sarà accettato in Gran Bretagna fino al 31 dicembre 2021.

I beni prodotti entro dicembre 2020, pronti per essere immessi sul mercato e recanti già il marchio ed i dettagli dell’ente certificatore, possono essere venduti in Gran Bretagna con marchio CE sino a tutto il 2021, anche se il marchio era stato, in precedenza, rilasciato da un ente certificatore UK notificato UE.

Al link “Brexit in pillole per gli esportatori italiani” trovate ulteriori aggiornamenti.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here