Dall’ 8 maggio è disponibile il servizio per predisporre e inviare telematicamente la dichiarazione dell’imposta di soggiorno dovuta per il periodo d’imposta 2022; il termine per la presentazione è il 30 giugno.

L’imposta di soggiorno è stata introdotta dall’art. 4 del DLgs. 23/2011 e può essere istituita dai Comuni capoluogo di Provincia, dalle unioni di Comuni e dai Comuni inclusi negli elenchi regionali delle località turistiche o città d’arte. La responsabilità relativa al pagamento di tali imposte e alla presentazione della corrispondente dichiarazione ricade sui seguenti soggetti:

  • gestore della struttura ricettiva;
  • soggetti che incassano il canone o il corrispettivo ovvero che intervengono nel pagamento dei canoni o corrispettivi relativi alla c.d. “locazioni brevi”.

Secondo le indicazioni del Ministero dell’Economia, per l’annualità 2022 i soggetti interessati potranno predisporre la dichiarazione esclusivamente tramite modello ministeriale – invariato rispetto all’anno scorso – e inviarla telematicamente attraverso il servizio messo a disposizione sul sito dell’Agenzia delle Entrate, accedendo all’area riservata.

La dichiarazione può anche essere presentata, per conto dei suddetti soggetti, da parte di un intermediario abilitato, o delegato al servizio del “Cassetto fiscale” o al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici” dell’Agenzia delle Entrate.

Il termine per la presentazione è il 30 giugno; l’omessa o infedele dichiarazione prevede l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria dal 100 al 200% dell’importo dovuto.

L’ufficio Fiscale della sede di Lecco e le nostre sedi territoriali sono a disposizione per chiarimenti.

PrecedenteContributi Formazione professionale per l’autotrasporto 2022 – Pubblicato il D.M.
SuccessivaListino 2023 di Confartigianato Imprese Lecco per acconciatori e estetiste