BANDI E PROGETTI SPECIALI

 

Dott. ssa Maria Vittoria Limonta
T. 0341.250200
E. mvlimonta@artigiani.lecco.it

Apertura ufficio dal Lunedì al Venerdì
8.30 / 12.30 e 14.00 / 18.00
T. +39 0341 250200

Bandi attivi

Prossimi bandi

Altre agevolazioni

Bandi e agevolazioni

L’ufficio “Bandi e Progetti Speciali” assiste le imprese nell’individuazione di opportunità per sostenere il proprio percorso di consolidamento e di crescita, operando in stretta sinergia con le altre aree di servizio dell’Associazione.

BANDI E CONTRIBUTI

Assicura SERVIZI DI RICERCA, INFORMAZIONE E ASSISTENZA PERSONALIZZATA PER L’ACCESSO A BANDI DI LIVELLO LOCALE/REGIONALE/ NAZIONALE. Garantisce informazione sui diversi incentivi che vengono pubblicati nella sezione dedicata del sito istituzionale, primo strumento utile a disposizione delle imprese che ricevono segnalazione delle nuove opportunità anche mediante newsletter e comunicazioni mirate. Gli addetti sono a disposizione delle imprese per raccogliere le necessità di investimento e programmarle, incrociandole con possibili bandi attivi o in programma e offrendo assistenza in tutte le fasi: dalla verifica dei requisiti alla redazione dei progetti, dalla ricerca di eventuali partner/esperti alla rendicontazione finale.

GARE E APPALTI

L’Ufficio cura anche il servizio per la PARTECIPAZIONE DELLE IMPRESE A GARE ED APPALTI PUBBLICI finalizzato a supportare le imprese ad accedere alle opportunità legate al mercato elettronico delle Pubbliche Amministrazioni. Il riferimento è in particolare alle piattaforme SINTEL e MEPA, per le quali viene assicurata assistenza sia per la prima fase di registrazione, sia per la vera e propria presentazione dell’offerta di gara.

Per maggiori informazioni: bandi@artigiani.lecco.it


PROGETTI SPECIALI

L’Ufficio supporta inoltre l’Associazione nella PROGETTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI, territoriali o del sistema Confartigianato, specie sui temi della digitalizzazione, dell’innovazione e dell’internazionalizzazione, operando in stretta sinergia con le altre aree associative. Opera in stretta sinergia con gli altri servizi dell’Associazione e coordina la gestione di progetti speciali o finanziati da cui derivano servizi e iniziative gratuite a favore delle imprese. Tra i progetti attivi si segnalano:

  • PMI NETWORK: progetto Interreg Italia Svizzera dedicato al rafforzamento della cooperazione transfrontaliera e del dialogo ricerca impresa
  • #IMPRESAVALOREARTIGIANO – DIH: progetto dedicato al rafforzamento dei servizi offerti dal Digital Innovation Hub di Confartigianato grazie all’attivazione di un network regionale.
“SPORTELLO EUROPA”

Fa parte di quest’area anche lo “SPORTELLO EUROPA” finalizzato ad aiutare le imprese a districarsi nel non semplice universo della programmazione comunitaria per favorire la loro partecipazione alle opportunità, dirette e indirette, che questa offre sia in termini di contributi e finanziamenti, che di partecipazione a progetti e di relazione con possibili partner comunitari. Lo Sportello garantisce servizi informativi, formazione, assistenza nella verifica di possibili opportunità anche in collaborazione con partner ed esperti e supporto nella gestione dei progetti di derivazione comunitaria promossi dall’Associazione.
Per maggiori informazioni: europa@artigiani.lecco.it

La normativa sulla “trasparenza” (L. 124/2017) ha introdotto anche per le imprese l’obbligo di rendere note le erogazioni pubbliche ricevute. Le aziende che a partire dall’anno 2018 hanno ottenuto l’erogazione di contributi pubblici non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria (sovvenzioni sussidi, vantaggi, contributi o aiuti in denaro o in natura) per un importo annuo complessivo uguale o superiore a 10.000 euro devono pubblicare i contributi ricevuti nell’anno precedente entro la scadenza del 30 giugno di ogni anno. Tale obbligo varrà poi anche per gli anni successivi.

Il decreto Milleproroghe 2022 ha rinviato la decorrenza delle sanzioni previste per la mancata pubblicazione degli aiuti di stato ricevuti per gli anni 2020 e 2021.

Queste le nuove scadenze:

  • aiuti ricevuti nel 2020: pubblicazione entro il 30/6/2022, sanzioni dal 1/7/2022 (prima prevista per il 1° gennaio 2022)
  • aiuti ricevuti nel 2021: pubblicazione entro il 31/12/2022, sanzioni dal 1/1/2023

COME FARE

COSA PUBBLICARE:

    • Verificare se la somma di tutti i contributi soggetti a obbligo di pubblicazione che l’impresa ha effettivamente ricevuto nell’anno di riferimento(erogazione, non concessione in quanto vale il criterio “di cassa”) è di importo uguale o superiore a 10.000 euro. Se è inferiore, l’impresa non ha obbligo di pubblicazione.    
    • Se la somma raggiunge o supera i 10.000 euro, verificare se tutti i contributi soggetti all’obbligo sono già pubblicati sul Registro nazionale degli aiuti di Stato (RNA) inserendo il codice fiscale dell’azienda nella maschera di ricerca disponibile cliccando qui
    1. Se tutti i contributi sono pubblicati sul RNA, l’impresa assolve l’obbligo adottando la seguente dicitura: “Obblighi informativi per le erogazioni pubbliche: gli aiuti di Stato e gli aiuti De Minimis ricevuti da questa impresa sono pubblicati nel Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, di cui all’art. 52 della L. 234/2012, e consultabili , inserendo come chiave di ricerca nel campo CODICE FISCALE  il codice fiscale: xxxxx”                                                                  
    2. Se non tutti i contributi ricevuti sono presenti in RNA, occorrerà compilare la tabella scaricabile a fondo pagina, specificando i dati richiesti in tutte le colonne per ogni contributo ricevuto

COME E DOVE PUBBLICARE:

  1. Se l’impresa redige Bilancio con nota integrativa: gli aiuti ricevuti possono essere specificati nella nota integrativa al Bilancio. In tal caso, in via prudenziale, si consiglia comunque la pubblicazione anche sul sito internet aziendale se esistente, come indicato al punto successivo.
  2. Se l’impresa NON redige Bilancio con nota integrativa, ma ha un sito internet deve pubblicare sul proprio sito in una pagina già attiva (preferibilmente una pagina generale, magari quella con i contatti o i riferimenti privacy) o creando una pagina “Trasparenza”.
  • Se l’impresa NON redige Bilancio con nota integrativa e NON ha un sito internet: se è associata a Confartigianato Imprese Lecco o se il contributo da pubblicare è stato ottenuto con il supporto dei nostri Uffici è possibile chiedere la pubblicazione sul nostro sito internet nell’area dedicata disponibile cliccando qui sotto.

Per chiedere la pubblicazione sul nostro sito scrivere a bandi@artigiani.lecco.it allegando il modulo di richiesta e, se necessario, la tabella dei contributi debitamente compilata.

Scarica richiesta pubblicazione

Scarica la tabella degli aiuti 

VAI ALL’AREA PUBBLICAZIONE AIUTI

Richiedi informazioni

COMPILA IL FORM CON I TUOI DATI SAREMO LIETI DI RISPONDERE ALLE TUE RICHIESTE:

    Ragione sociale (obbligatorio)

    Referente (obbligatorio)

    La tua azienda è associata?

    Categoria di attività (obbligatorio)

    Email (obbligatorio)

    Telefono (obbligatorio)

    Messaggio (obbligatorio)

    Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679 e dalla vigente normativa nazionale in termini di Privacy.

    NEWS BANDI

    IN EVIDENZA

    BANDI ATTIVI

    BANDI ARCHIVIO

    NEWS INNOVAZIONE